Dichiarazione Abu Dhabi: Roma, il 4 marzo l’incontro “Un nuovo inizio di fraternità”

(Foto Vatican Media/SIR)

A un mese dalla Dichiarazione sulla Fratellanza umana firmata da Papa Francesco e dall’imam dell’Università di Al-Azhar, Ahmad al-Tayyeb, si svolgerà lunedì 4 marzo, alle 17 nella chiesa di San Francesco Saverio del Caravita a Roma, l’incontro dal titolo “Un nuovo inizio di fraternità”. Per i promotori dell’iniziativa – la Federazione nazionale della Stampa italiana, Articolo21, Centro Astalli e associazione Giornalisti amici di padre Dall’Oglio -, l’incontro vuole essere “una riflessione comune sui contenuti e la valenza epocale di un documento che rimuove barriere e segna per credenti e non credenti un possibile nuovo inizio di fraternità in un’epoca di lacerazioni”. Fra i partecipanti al convegno, padre Camillo Ripamonti, presidente del Centro Astalli, che aprirà i lavori insieme a Vania De Luca, presidente Ucsi, ed Elisa Marincola, portavoce di Articolo21; Giuseppe Giulietti, presidente della nazionale della Stampa, padre Antonio Spadaro, direttore de “La Civiltà Cattolica”, Elizir Izzedin, già presidente dell’Unione comunità islamiche in Italia e imam di Firenze. Con loro anche Paola Pizzo, della Comunità di Sant’Egidio; Fares Souaid, già deputato libanese e presidente dell’associazione Sayedat al-Jabal. L’incontro sarà moderato da Riccardo Cristiano, fondatore dell’associazione Giornalisti amici di padre Dall’Oglio. In occasione dell’incontro sarà possibile visitare la mostra ‘Exodus’ di Safet Zec, artista bosniaco rifugiato in Italia.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo