America Latina: 26 giovani in Vaticano per prepararsi a essere i leader del futuro

Ventisei giovani leader cattolici latinoamericani sono stati invitati questi giorni in Vaticano, per partecipare a un seminario che conclude sei mesi di formazione intensive sulla Dottrina sociale della Chiesa e sull’impegno politico nel contesto dell’America Latina. Il seminario è promosso dalla Pontificia Commissione per l’America Latina (Cal), in collaborazione con il Celam e con la Fondazione Konrad Adenauer, ha preso avvio il 24 febbraio e si concluderà lunedì 4 marzo.
Obiettivo dell’iniziativa è formare future generazioni di dirigenti politici e sociali latinoamericani, alla luce della Dottrina sociale e del magistero di Papa Francesco. I partecipanti provengono da diversi Paesi, come Argentina, Brasile, Cile, Colombia, Costa Rica, Honduras, Messico, Paraguay, Perù, Repubblica Dominicana e Uruguay. Le lezioni di questi giorni sono tenute da relatori di alto livello, tra cui i cardinali Pietro Parolin e Marco Ouellet, i vescovi Rino Fisichella e Vincenzo Paglia, il direttore de La Civiltà Cattolica Antonio Spadaro, il redattore della medesima rivista Diego Fares, Guzmán Carriquiry (segretario e vicepresidente Cal), il giornalista Andrea Tornielli, il leader sociale argentino Juan Grabois, i professori Massimo Borghesi, Rocco Buttiglione, Stefano Zamagni e Marisol Peña Torres, José Ramiro Podetti, il presidente di Comunione e Liberazione, padre Julián Carrón.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo