Festa Sant’Agata: mons. Gristina (Catania), “vivo rammarico e disapprovazione per decisione su processione”

“Vivo rammarico e decisa disapprovazione per i ben noti fatti accaduti nella mattinata del 6 febbraio e già ampiamente condannati anche dall’opinione pubblica” sono stati espressi dall’arcivescovo di Catania, mons. Salvatore Gristina, insieme “ai Vicari episcopali e foranei, sicuri di interpretare i sentimenti del presbiterio diocesano”, rispetto alla decisione di non far compiere al fercolo con le reliquie della Santa Patrona la spettacolare salita di via di Sangiuliano a causa della presenza di troppi devoti. In una nota, l’arcidiocesi auspica che “il lodevole impegno che ha visto agire in esemplare sinergia le varie Istituzioni civili ed ecclesiali nelle loro specifiche responsabilità, il Comitato per la Festa di Sant’Agata, che ha elaborato pure opportuni regolamenti, le Associazioni agatine e tutti i volontari, sia sempre coronato da successo, affinché la Festa dell’amata Patrona mostri il vero volto di Catania nel rispetto della legalità e del comune impegno per la sicurezza”. Mentre ringraziano “tutte le persone che hanno generosamente collaborato”, l’arcivescovo e la curia diocesana rivolgono “un particolare attestato di vicinanza e solidarietà al Maestro del fercolo e al Parroco della Cattedrale”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo