Sport e prevenzione: progetto “Allenatore di salute” diventa europeo. Tajani “ottima iniziativa per contrastare il cancro”

(Bruxelles) Con la firma a Bruxelles dell’accordo tra la Fondazione Insieme contro il cancro e l’Associazione europea degli allenatori di calcio (Aefca), controfirmato dal presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani come “garante” di questo progetto, si allarga ad altri Paesi europei l’iniziativa “Allenatore alleato di salute”. “Un milione e seicentomila tumori all’anno in Europa sarebbero evitati” con stili di vita più sani: no fumo, poco alcool, dieta mediterranea e sport, ha spiegato Francesco Cognetti, presidente di Insieme contro il cancro, prima della firma dell’accordo nella sede del Parlamento europeo. Per insegnare ai più giovani queste abitudini, canale privilegiato sono i loro allenatori, ciò che dicono e fanno. I coach saranno invitati a seguire corsi specifici di formazione, in collaborazione con l’Associazione italiana allenatori calcio (Aiac) e la Federazione italiana giuoco calcio (Figc). Ora l’esperienza si allarga e a disposizione degli allenatori di calcio dei 40 Paesi che aderiscono all’Aefca sono gli stessi strumenti di supporto preparati per la campagna www.allenatoredisalute.eu. “Un investimento importante per il futuro è senza dubbio la prevenzione che deve passare anche dalla creazione di una nuova cultura del benessere”, ha detto Tajani a margine della firma. “Per questo siamo lieti di supportare Allenatore alleato di salute, un’ottima iniziativa che vuole contrastare il cancro alla radice e quindi sensibilizzare i giovanissimi e le loro famiglie”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa