Salute: Scienza & Vita, la sofferenza dei più piccoli al centro del convegno “Quando il dolore è la voce del bambino”

“Quando il dolore è la voce del bambino. Interpretare la sofferenza del bambino per tutelarne la vita e la dignità”. È questo il titolo del convegno organizzato da Scienza & Vita, nel pomeriggio del 13 febbraio (15.30-18.30) nella sala dell’Istituto di S. Maria in Aquiro a Roma. Il convegno intende riflettere sulle nuove tecniche che permettono, in modo scientifico, di misurare il dolore e lo stresso in chi non sa o non può parlare. Tecniche che oggi vengono poco impiegate. Spesso le decisioni sul sospendere o continuare i trattamenti sanitari e le cure vengono prese senza tener conto di questo progressi, accontentandosi di “presumere” che il soggetto “non ne possa più”, o che al contrario “non senta niente”. E questo è di particolare attualità e drammaticità in campo pediatrico, dove la maggior parte dei pazienti sono così piccoli da non essere ancora in grado di comunicare. Perché dunque – si chiedono gli organizzatori del convegno – non puntare su un più assiduo impiego (dove clinicamente possibile) delle metodiche per decifrare il dolore come strumento utile per contribuire a “dar voce” a questi piccoli pazienti, supportando al tempo stesso il processo decisionale dei medici? Dopo il saluto introduttivo di Paola Binetti, prenderanno la parola Carlo Bellieni, neonatologo e vicepresidente di Scienza & Vita, Alberto Villani, primario di pediatria generale e malattie infettive all’ospedale Bambino Gesù, e Maria Teresa Iannone, bioeticista, responsabile dell’ufficio bioetica e privacy dell’ospedale Fatebenefratelli Isola Tiberina di Roma.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa