Occupazione: accordo Ue per condizioni di lavoro trasparenti. Thyssen, “pietra miliare per un’Europa sociale”

(Bruxelles) Questo accordo “fornirà a 200 milioni di lavoratori in Europa condizioni di lavoro più trasparenti e prevedibili. Stiamo modernizzando il diritto del lavoro europeo e adattandolo al nuovo mondo del lavoro”. Così Marianne Thyssen, commissario per l’occupazione, ha spiegato l’accordo provvisorio raggiunto tra Commissione europea, Parlamento e Consiglio su proposta della Commissione, di una nuova direttiva che offrirà garanzie e tutele ai lavoratori con forme professionali non standardizzate. In un contesto economico che oggi richiede “contratti di lavoro flessibili, ma in cui la flessibilità deve essere combinata con una protezione minima” l’accordo è, secondo Thyssen, “una pietra miliare importante per rendere il pilastro europeo dei diritti sociali una realtà per i nostri cittadini”. Dall’accordo saranno coperti “fino a tre milioni di lavoratori attivi in nuove forme occupazionali, come i lavoratori con contratti a zero ore e lavoratori domestici”. Il testo dovrà ora essere adottato formalmente dal Parlamento europeo e dal Consiglio.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa