Sicurezza alimentare: Lusi (Nas), nel 2018 “effettuati 51.194 interventi a livello nazionale, emerse 13.555 situazioni non regolamentari”

Il bilancio di attività del Nucleo antisofisticazione e sanità (Nas) dei Carabinieri per il 2018 è decisamente positivo. In termini quantitativi, sono altissimi i numeri presentati oggi a Roma dal generale Adelmo Lusi e dal ministro della Salute, Giulia Grillo. “Sono stati effettuati 51.194 interventi a livello nazionale – ha detto il generale dei Nas – che hanno fatto emergere 13.555 situazioni non regolamentari, pari al 26% degli obiettivi oggetto di accertamento. Le indagini di polizia giudiziaria hanno portato all’arresto di 80 persone, ritenute responsabili di gravi reati”. Sono tante le aree di interesse del Nucleo dei Carabinieri. Per quanto riguarda la filiera alimentare, i Nas hanno compiuto 31.479 interventi che hanno rilevato 10.672 irregolarità e portato all’arresto di 13 persone. Oltre 23mila e 800 tonnellate e 14 milioni 70mila confezioni di alimenti irregolari sono stati sequestrati e sottratti prima del consumo. Oggetto di controllo, con importanti riflessi anche economici, la ristorazione per la consumazione di pasti fuori casa. Sono stati ispezioni 11.954 esercizi di somministrazione al pubblico di alimenti, con 5245 strutture irregolari. Anche nel settore dell’agricoltura biologica, nel periodo da marzo a maggio, sono stati individuati ed sequestrate 100 tonnellate di alimenti e 1.500 confezioni di alimenti non idonei alla commercializzazione sia per motivi di etichettatura e tracciabilità che per ragioni igienico-sanitarie e di superamento dei termini di conservazione. Anche negli allevamenti, i militari hanno sequestrato 525mila capi, effettuato 1.400 ispezioni e individuato 156 situazioni di grave precarietà.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo