Politica: Swg, solo il 12% degli italiani prova interesse per un nuovo partito cattolico

Solo il 12% degli italiani prova un minimo interesse verso la presenza di un nuovo partito cattolico. È quanto emerge dall’ultima rilevazione eseguita da Swg su un campione di 1.000 maggiorenni italiani, i cui esiti sono pubblicati nello speciale “Un nuovo partito cattolico?” di “PoliticApp” diffuso oggi. Chiamati ad indicare quanto l’essere cattolico condizioni le proprie scelte politiche, gli intervistati – che dicono di andare a messa almeno una volta all’anno – rispondono per il 2% “molto”, per il 14% “abbastanza”, per il 20% “poco” e per il 50% “per niente” mentre il 4% “non sa”. Rispetto alla presenza sulla scena politica italiana di un nuovo partito cattolico, solo il 12% degli intervistati la ritiene molto o abbastanza importante (percentuale che sale al 35% tra i cattolici praticanti), mentre per il 76% non lo è o lo è poco (65% tra i cattolici praticanti). L’interesse reale a votare un nuovo partito cattolico è pari al 2%. Tra i temi che dovrebbero caratterizza questa nuova formazione politica, gli intervistati individuano l’affermazione della dignità della persona (48%), la famiglia intesa come elemento fondante della società (35%), la sacralità della vita umana (33%), il superamento delle disuguaglianze sociali (30%), la crescita della solidarietà (21%), la libertà religiosa (17%), l’inclusione di chi viene, dei migranti (15%), la libertà scolastica (10%), lo sviluppo dell’impegno umanitario del volontariato (9%).

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo