Papa Francesco: rientrato a Roma dagli Emirati Arabi Uniti, “impegno per un comune cammino di concordia e solidarietà”

Alle ore 12.50 locali (9.50 ora di Roma) Papa Francesco è arrivato all’Aeroporto Presidenziale di Abu Dhabi dove ha avuto luogo la cerimonia di congedo dagli Emirati Arabi Uniti. All’arrivo, il Papa è stato accolto dal principe ereditario Mohammed bin Zayed Al Nahyan. Dopo il saluto con la delegazione, Francesco è salito a bordo di un B787 dell’Etihad per far ritorno in Italia. L’aereo è atterrato all’Aeroporto di Roma-Ciampino alle ore 16.15. Sul volo il Papa ha inviato un telegramma allo sceicco Khalifa Bin Zayed Al-Nahyan, presidente degli Emirati Arabi Uniti, esprimendo il suo “profondo apprezzamento” per la calorosa accoglienza e l’ospitalità ricevuta negli Emirati Arabi Uniti. Al Re del Bahrain, lo sceicco Hamad Bin Isa Al-Khalifa, Francesco ha assicurato le sue preghiere. Nel telegramma al Re dell’Arabia Saudita, Salman Bin Abdul Aziz Alsaud, ha invocato abbondanti benedizioni. Preghiere per l’Egitto nel messaggio al presidente Abdel Fattah Al-Sisi e auguri di pace al presidente greco Prokopis Pavlopoulos. Infine al capo dello Stato Italiano, Sergio Mattarella, il Papa ha assicurato una speciale preghiera “al rientro dal viaggio apostolico negli Emirati Arabi Uniti, dove ho potuto incontrare cristiani e rappresentanti di altre religioni, testimoniando l’impegno per un comune cammino di concordia e solidarietà”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo