Città: Ucai, il 9 febbraio gli architetti Cervellati, Tagliabue e Sfriso ne discutono a San Miniato

Qual è “La città oggi”? A rispondere saranno chiamati sabato 9 febbraio tre architetti di chiara fama e di diverse generazioni, che l’Ucai (Unione cattolica artisti italiani) ha invitato ad una tavola rotonda che si terrà a San Miniato (Pt) a partire dalle 11. Si tratta di Pierluigi Cervellati, Simone Sfriso e Franco Tagliabue. Cervellati è studioso e progettista di sistemi e forme di coinvolgimento nel recupero dei centri storici, docente di recupero e riqualificazione urbana presso la facoltà di architettura dell’università di Venezia; Sfriso (Tamassociati – “Taking Care – progettare per il bene comune”) ha incentrato il suo padiglione Italia alla Biennale di Venezia sul recupero in contesti urbani degradati, sfruttando ed osservando l’efficacia delle reti sociali; Tagliabue (Ifdesign) è noto per il centro NoiVoiLoro, progetto per un Centro civico ad Erba (Co), virtuoso di coinvolgimento sociale in un contesto urbano marginale.
Il recente dibattito sulla città ha evidenziato come sia possibile pensare ad uno spazio sempre più adattivo e molto più resiliente, che necessariamente interagisca con il tessuto urbano esistente. “Si tratta – commenta Fabrizio Mandorlini, presidente di Ucai San Miniato – di una iniziativa che si colloca in un panorama nazionale e in un dibattito su cui è necessario approfondire; l’intento della tavola rotonda, per esempio, è quello di indagare la città, la sua fortemente presente e spesso immutabile veste materica ma anche la sua variabile e dinamica veste relazionale, e come questa possa resistere o rispondere alla sfida della contemporaneità”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo