Brexit: May a Belfast per rassicurare i nordirlandesi. Giovedì attesa a Bruxelles, incontro con Juncker

(Londra) La promessa di fare del suo meglio per “garantire pace e prosperità in nord Irlanda”. Cosi la premier britannica Theresa May ha concluso il suo discorso agli uomini di affari di Belfast durante una visita nella regione che è geograficamente inserita nell’isola d’Irlanda ma fa parte politicamente del Regno Unito. “So che molti sono preoccupati in questa isola”, ha detto la premier, “ma voglio ripetere il mio impegno a garantire un tipo di Brexit che non riporti il confine tra nord Irlanda e la Repubblica d’Irlanda”. Proprio questo era lo scopo di questa due giorni del primo ministro britannico: rassicurare i cittadini nordirlandesi che non corrono rischi. Anche se giovedì a Bruxelles – dove è attesa – la premier cercherà di ottenere dal presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker nuovi cambiamenti al backstop, la clausola di salvaguardia chiesta dall’Ue per mantenere aperto il confine tra l’Irlanda e l’Irlanda del Nord destinata ad entrare in vigore con la Brexit. “Voglio lavorare da vicino con il primo ministro irlandese Leo Varadkar e rafforzare il rapporto bilaterale che il Regno Unito ha con la Repubblica d’Irlanda”, ha detto ancora la premier a Belfast.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo