+++ Venezuela: nota congiunta di vescovi, religiosi e laici. “Il popolo si è risvegliato, ora transizione pacifica verso nuove elezioni” +++

“Il popolo venezuelano si è risvegliato, scende in strada perché desidera con forza un cambiamento nella direzione politica e democratica del Paese”. Le marce del 23 gennaio e del 2 febbraio, “danno testimonianza della forza e della perseveranza di un popolo che quando è chiamato in causa risponde positivamente di fronte al sogno di un miglior futuro, nel quale la vita non sia permanentemente a rischio, ma nel quale piuttosto ci siano opportunità per uno sviluppo umano integrale e per la riattivazione dei valori della pace, della riconciliazione e dell’incontro”. È questa la posizione compatta della Chiesa colombiana espressa attraverso una conferenza stampa, durante la quale è stato letto un comunicato congiunto – anticipato al Sir – della Conferenza episcopale venezuelana (Cev), della Conferenza dei religiosi e delle religiose (Conver) e del Consiglio nazionale dei laici del Venezuela (Cnl). Il documento è firmato dal presidente della Cev, mons. José Luis Azuaje Ayala, arcivescovo di Maracaibo, dal presidente della Conver, il salesiano Francisco Méndez, e dalla presidente del Cnl, María Elena Febres-Cordero Briceño.
Il documento sottolinea l’esigenza di una transizione verso nuove elezioni: “Sperimentiamo, in tutte le comunità nelle quali prestiamo servizio, e in tutto il contesto nazionale, una situazione dolorosa di ingiustizia e sofferenza per la carenza di ciò che è necessario per una vita degna e produttiva, e per la mancanza di difesa di fronte alla giustizia. Tutto questo ha generato, con determinazione e speranza, la ricerca di un cambiamento politico attraverso un processo di transizione pacifica e trasparente, che porti a elezioni libere e legittime, per riprendere la direzione della democrazia e giungere al ripristino dello Stato di diritto, alla ricostruzione del tessuto sociale, della produzione economica e della morale nel Paese, nel re-incontro di tutti i venezuelani”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo