This content is available in English

Parlamento Ue: Brexit, misure d’emergenza a favore dei giovani europei nel Regno Unito per Erasmus

(Bruxelles) “Misure di emergenza per garantire alle persone che si trovano all’estero nel quadro del programma Erasmus+ la continuità del loro periodo di mobilità in caso di no-deal su Brexit”: il tema viene affrontato oggi dalla commissione cultura e istruzione del Parlamento europeo a Bruxelles. L’indecisione che regna a Londra rispetto all’imminente data del recesso dall’Unione (29 marzo) rende necessari interventi straordinari: l’Ue mette le mani avanti per garantire che siano tutelati i giovani europei che si trovano in Gran Bretagna per il periodo formativo di Erasmus. La stessa commissione cultura vota il bilancio e le nuove priorità del programma Corpo europeo di solidarietà per il periodo 2021-2027. Nella giornata odierna la commissione per le libertà civili e gli affari giuridici lavora all’istituzione di un nuovo Fondo per la giustizia e i diritti. Il programma “prevede il finanziamento di azioni volte a promuovere lo stato di diritto e la cooperazione giudiziaria, nonché a facilitare l’accesso alla giustizia per tutti”. In settimana i gruppi politici al Parlamento Ue si prepareranno alla sessione plenaria dell’11-14 febbraio a Strasburgo. Fra gli argomenti che affronteranno i deputati: gli investimenti per il rafforzamento della coesione economica, sociale e territoriale per il periodo 2021-2027; l’accordo commerciale con Singapore; la comunicazione dell’Ue per contrastare la propaganda di terzi contro l’Unione.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo