Papa negli Emirati Arabi Uniti: al Founder’s Memorial, “rispetto, tolleranza, convivenza fraterna” per dire no alla “violenza” e “smilitarizzare il cuore dell’uomo”

“Rispetto, tolleranza, convivenza fraterna, sviluppo umano”. Sono gli arnesi che consentono di “smilitarizzare il cuore dell’uomo”. Parola di Francesco, che al termine del discorso al Founder’s Memorial ha tracciato un ritratto degli Emirati Arabi Uniti come popolo di migranti, soprattutto filippini e asiatici, giunti in questa terra per trovare mezzi di sussistenza. “Qui, nel deserto, si è aperta una via di sviluppo feconda che, a partire dal lavoro, offre speranze a molte persone di vari popoli, culture e credo”, ha osservato il Papa: “Tra loro, anche molti cristiani, la cui presenza nella regione risale addietro nei secoli, hanno trovato opportunità e portato un contributo significativo alla crescita e al benessere del Paese. Oltre alle capacità professionali, vi recano la genuinità della loro fede”. “Il rispetto e la tolleranza che incontrano, così come i necessari luoghi di culto dove pregano, permettono loro quella maturazione spirituale che va poi a beneficio dell’intera società”, l’analisi di Francesco, che ha incoraggiato gli Emirati “a proseguire su questa strada, affinché quanti qui vivono o sono di passaggio conservino non solo l’immagine delle grandi opere innalzate nel deserto, ma di una nazione che include e abbraccia tutti”. “È con questo spirito che, non solo qui, ma in tutta l’amata e nevralgica regione mediorientale, auspico opportunità concrete di incontro”, l’appello: “Società dove persone di diverse religioni abbiano il medesimo diritto di cittadinanza e dove alla sola violenza, in ogni sua forma, sia tolto tale diritto”. “Una convivenza fraterna, fondata sull’educazione e sulla giustizia; uno sviluppo umano, edificato sull’inclusione accogliente e sui diritti di tutti”: questi, per il Papa, “sono semi di pace, che le religioni sono chiamate a far germogliare. Ad esse, forse come mai in passato, spetta, in questo delicato frangente storico, un compito non più rimandabile: contribuire attivamente a smilitarizzare il cuore dell’uomo”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo