Intelligenza artificiale: Comece, “no ad attribuire personalità elettronica ai robot”. Coltivare “etica pubblica e cultura umanistica”

Il Parlamento europeo ha di recente approvato una Resolution on Civil Law Rules on Robotics che propone di attribuire status di “persone elettroniche” ai robot più sofisticati e autonomi, responsabili di risarcire i danni che potrebbero causare, e raccomanda che la “personalità elettronica” sia applicata ai robot che assumono decisioni autonome o interagiscono con terze parti in modo indipendente. Nel dibattito scende in campo anche la Comece con un’ampia riflessione intitolata “Robotization of life – Ethics in view of new challenges” frutto di un Gruppo di esperti per i quali “la costruzione di uno statuto legale per i robot non è convincente”, e collocarli allo stesso livello delle persone umane “è in contrasto con l’art. 6 della Dichiarazione universale sui diritti umani, che afferma l’uguaglianza di ogni persona davanti alla legge”. Inoltre, chiedere l’estensione della personalità giuridica ai robot è contrario e pregiudica il vero concetto di responsabilità radicate nella personalità giuridica che può essere esercitata solo dove esiste la capacità di libertà e la libertà è ben più dell’autonomia. Dopo aver ribadito gli innegabili benefici dell’impiego della robotica, ma anche i rischi che essa comporta per i lavoratori più vulnerabili e per la giustizia sociale, il documento Comece sottolinea la necessità di un dibattito aperto al quale anche i cristiani possano portare un proprio contributo. E nella revisione di principi e norme, “il pilastro fondamentale – ammoniscono gli esperti – rimane il primato della persona umana, basato sul riconoscimento della sua dignità”. Essenziale coltivare un’etica pubblica e promuovere il bene comune, accompagnare in modo “critico, riflessivo e costruttivo” questo settore della ricerca e dell’innovazione, incoraggiare una cultura umanistica che discerna le connessioni tra scienza, tecnologia e aspetti antropologici, culturali ed etici” per promuovere il bene comune.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo