Carovana della Pace: Acr Roma al Papa, “la pace dà sapore alle nostre relazioni e fa bene al nostro cuore”

(Foto Siciliani-Gennari/SIR)

“Anche quest’anno noi ragazzi dell’Acr, assieme ai nostri amici, ai nostri educatori e ai nostri sacerdoti siamo tornati da te per dire a tutti in modo forte e chiaro che vogliamo la Pace!”. È quanto si legge nel messaggio di pace indirizzato a Papa Francesco e letto da due ragazzi dell’Acr di Roma, ieri, al termine dell’Angelus nell’ambito dell’iniziativa della “Carovana della pace”. “Abbiamo scoperto che la pace è una cosa davvero buona, anzi gustosa – continua il testo -. Dà sapore alle nostre relazioni e fa bene al nostro cuore che diventa più sano e genuino”. Affermando che “la pace è un po’ come il sale – se non c’è, tutto perde sapore e ne basta anche poco per aggiustare un piatto”, i ragazzi dell’Azione cattolica aggiungono che “oggi possiamo dire che, anche se ci sono situazioni difficili tra di noi e nel mondo, non bisogna scoraggiarsi o girarsi dall’altra parte”. “Bisogna metterci qualche azione di pace, che forse non risolverà tutti i problemi, ma sicuramente darà più sapore a questo mondo”. Dai piccoli dell’Acr l’iniziativa di sostenere con i fondi raccolti il progetto “Abbiamo riso per una cosa seria”, che “aiuta le regioni povere del mondo a garantire il valore del cibo e i diritti di chi lo produce, perché tutti possano avere la giusta ricompensa per il loro lavoro e vivere dignitosamente”. Infine, ricordando i 150 anni dell’Azione Cattolica di Roma e i 50 anni dell’Azione Cattolica dei Ragazzi, un grazie a Papa Francesco “per il tuo enorme impegno” a “raccontarci Gesù e come seguirlo nella nostra vita”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo