Strage Cisterna di Latina: una veglia per Alessia e Martina con i Giovanissimi di Ac ad un anno dalla morte

Ricorre oggi il primo anniversario dalla morte di Alessia e Martina Capasso, le sorelle di 13 e 7 anni uccise dal padre che poi si uccise a sua volta a Cisterna di Latina (Lt). Questa sera nella parrocchia di San Valentino le bambine verranno ricordate durante la messa e con una veglia promossa dal gruppo Giovanissimi di Azione Cattolica, di cui fanno parte i ragazzi che con Alessia hanno condiviso l’esperienza in Acr. Enrico Sbandi è educatore Giovanissimi di Ac a San Valentino: “L’appuntamento è frutto di una condivisione fatta con i ragazzi nelle ultime settimane – spiega al Sir –. Ci guiderà il Vangelo dei discepoli di Emmaus: le emozioni di tristezza, sconforto, crollo delle certezze vissute dai discepoli sono simili a quelle provate dai giovanissimi in questo anno. Alterneremo la lettura evangelica con brani di Papa Francesco e riflessioni dei ragazzi. Ci accompagneranno simboli come le macerie da cui i discepoli sono fuggiti e un faro, simbolo della luce che Dio rappresenta di fronte al non senso della morte di Alessia e Martina o anche di Desirée, la ragazza della nostra parrocchia uccisa a Roma a ottobre”. L’incontro, presieduto dal viceparroco don Paride Bove, si conclude con un’adorazione eucaristica. “Ricordiamo i campi scuola condivisi con Alessia e il sorriso vivace di Martina – aggiunge Enrico Sbandi –. Come educatori, possiamo ascoltare le domande dei ragazzi e cogliere le emozioni dei loro sguardi. Più che dare risposte, possiamo aiutarli a trasformare tutto in bene e in speranza”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia