This content is available in English

Albania: Consiglio interreligioso, invito al “dialogo e a una soluzione di questo prolungato conflitto”

“La situazione politica del nostro Paese, che ha dirette ripercussioni sulla dimensione socio-economica e sul futuro della nostra gioventù, crea uno stato di incertezza e viola la speranza di un popolo sofferente ma vitale e forte” di fronte alle prove della storia. Il Consiglio interreligioso dell’Albania si è così espresso sulla difficile situazione nel Paese, in una dichiarazione in cui esprime “profonda preoccupazione” e invita “i politici albanesi al dialogo e alla moderazione, e a una soluzione di questo prolungato conflitto” che rende l’Albania sempre più povera, fa fuggire albanesi, indebolisce le istituzioni democratiche, oltre a “danneggiare gravemente l’immagine dell’Albania nel mondo”. Dai leader religiosi, l’esortazione a che tutti “esercitino con forza la virtù della speranza, ferita giorno dopo giorno”, e chiedano “a tutte le parti politiche di mettere da parte la violenza verbale e fisica e il disprezzo per l’avversario politico”. Serve una soluzione positiva per tutta la società, “per le madri e i padri che hanno nutrito l’amore sacro delle generazioni per questa terra, e per la nostra gioventù, che merita un Paese con un futuro di speranza”. Del Consiglio fanno parte la comunità musulmana, la Chiesa ortodossa autocefala, la Chiesa cattolica, il centro mondiale di Bektashi e la fraternità evangelica.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia