Università europea di Roma: l’8 marzo un incontro sull’urgenza come criterio metodologico del contemporaneo

“L’urgenza come criterio metodologico del contemporaneo” è il tema dell’incontro promosso il prossimo 8 marzo dall’Ufficio formazione integrale dell’Università europea di Roma (Uer) presso l’Ateneo (ore 9 – 16:30, ingresso libero). Oggi, spiegano gli organizzatori, l’urgenza sembra imporsi, in tutti campi del sapere e dell’agire, “quale unico e totalizzante criterio metodologico”. Emergono così aspetti patologici quali fake news, trasformazione delle coscienze e creazione di falsi bisogni nonché “utilizzo di modelli organizzativi e normativi che danno risposte definitive a problemi contingenti, rispondendo solo con piani di breve se non brevissimo periodo”. Un momento di confronto e approfondimento rivolto a studenti e professionisti. L’incontro sarà aperto alle 9 da un saluto del rettore padre Pedro Barrajón, del pro-rettore Alberto Gambino e di p. Gonzalo Monzón, direttore Ufficio formazione integrale. Introduce e modera Guido Traversa, delegato del rettore per la formazione integrale. Interverranno alcuni docenti dell’Ateneo: Felice Testa, Luigi Russo, Claudio Bonito, Mariantonietta Fabbricatore e  Guido Traficante, oltre allo psichiatra Gianfranco Buffardi, a Domenico Melidoro (Luiss) e Gabriele Guzzi (Rethinking Economics). Seguirà un dibattito.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa