Parlamento Ue: copyright, verso il voto definito per tutelare i diritti su internet. “Spazio per libertà di espressione”

(Bruxelles) Approvato anche dalla commissione per gli affari legali del Parlamento europeo l’accordo inteso a garantire che i diritti e gli obblighi della legge sul copyright si applichino in internet. Si tratta di un passo ulteriore nell’iter legislativo dell’Accordo raggiunto tra Parlamento, Commissione e Consiglio Ue il 14 febbraio scorso. Sarà la votazione in Parlamento durante la sessione plenaria del 25-28 marzo a rendere normativo l’accordo. Lo sforzo, spiega una nota dal Parlamento, è stato di “garantire che Internet rimanga uno spazio per la libertà di espressione”, motivo per cui “stralci di articoli possono quindi continuare a essere condivisi gratuitamente, così come Gif e meme”. Maggiormente tutelati però saranno i detentori dei diritti, in particolare musicisti e autori, nonché editori di notizie, nel “negoziare migliori condizioni di remunerazione per l’utilizzo delle loro opere sulle piattaforme internet”. Le regole non si applicheranno a opere per enciclopedie online non commerciali, come Wikipedia, o piattaforme software open source, come GitHub. Infine, le piattaforme di start-up saranno soggette a obblighi meno gravosi.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa