Incontro abusi in Vaticano: card. Nichols (Westminster), tutto va considerato “dal punto di vista di chi ha subito abuso”

In un breve video pubblicato sui social, il cardinale di Westminster Vincent Nichols torna a riflettere sui giorni dell’incontro romano. Descrivendolo nei numeri e nel programma, offre alcuni commenti. “Durante l’incontro è avvenuto un cambio di prospettiva, difficile da spiegare”, dice ad un certo punto il cardinale, che riconduce questa trasformazione alle otto testimonianze di coloro che hanno subito abusi, “forse la cosa più importante che abbiamo sentito in quei giorni”: “Quelle voci hanno profondamente impressionato”. E hanno fatto emergere nel cardinale la consapevolezza che “tutte le cose che avevamo considerato fino a quel punto, le procedure, le strutture, dovevano essere riconsiderate dal punto di vista di coloro che avevano subito abuso nell’infanzia”. “La voce di coloro ai margini a motivo dell’abuso dava forma alla nostra comprensione su cose che sono centrali nella vita della Chiesa”, ha spiegato. Dopo aver ringraziato “per le vostre preghiere che mi hanno accompagnato durante un incontro che non è stato facile”, il cardinale dice di essere “tornato a casa rassicurato e profondamente convinto del fatto che un reale passo nuovo è stato fatto in questa battaglia contro l’abuso sui minori che vergognosamente ha trovato casa anche nella Chiesa cattolica”.

Cardinal's Reflections on the Vatican Meeting on the Protection of Minors in the Catholic Church

Cardinal Vincent Nichols has returned from Rome where, as President of the Catholic Bishops' Conference of England and Wales, he was attending the important four-day Vatican meeting on the Protection of Minors in the Church. In this film he reflects on his experiences and discusses the steps that will be taken.

Pubblicato da Catholic Bishops' Conference (England and Wales) su Martedì 26 febbraio 2019

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa