Diocesi: Cefalù, un bando di idee per il logo del “Laboratorio della speranza”

La diocesi di Cefalù lancia un bando di idee per la realizzazione del logo del “Laboratorio della speranza”. Il laboratorio è un progetto lanciato dal vescovo Giuseppe Marciante che vuole essere un segno di speranza sul territorio per promuovere nuove forme di occupazione giovanile e uno stimolo per i tanti che vorranno farsi guidare e formare per investire sul territorio e provare ad arginare lo spopolamento in atto soprattutto nelle aree interne della diocesi. Il progetto sta andando a poco a poco configurandosi in tutte le sue forme e, in attesa di trovare la definizione giuridica, la diocesi ha già cominciato a ricevere i primi progetti di giovani, che saranno successivamente valutati. Il bando di idee per la realizzazione del logo è rivolto principalmente ai giovani, alle scuole e agli studenti e laureati nel settore della grafica, singoli o gruppi, esclusivamente residenti nel territorio diocesano, che entro il 6 aprile 2019 alle ore 12 dovranno presentare la propria idea progettuale all’Ufficio di pastorale sociale del lavoro o agli animatori di comunità del Progetto Policoro. A valutare il progetto grafico sarà la commissione del Laboratorio della speranza incaricata dal vescovo di Cefalù e che ha come referente don Giuseppe Amato, responsabile della pastorale sociale e del lavoro. Il premio, messo in palio dalla diocesi, è di mille euro, che il vincitore potrà utilizzare per il proseguimento e completamento degli studi o per l’avvio di una propria attività. Bando e moduli per la partecipazione possono essere scaricati dal sito della diocesi di Cefalù alla pagina dedicata al “Laboratorio della speranza”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa