Maltempo: Siracusa, danni alla basilica Madonna delle Lacrime e nel parco del santuario

Il vento impetuoso, che si è abbattuto il 23 e il 24 febbraio, in tutta la provincia di Siracusa, ha provocato danni alla basilica della Madonna delle Lacrime. Lo si legge in una nota a firma del rettore del santuario, don Aurelio Roberto Russo.
Domenica mattina, 24 febbraio, dopo una prima ricognizione della basilica, sono apparsi evidenti i danni: divelta una vetrata istoriata della cappella di Santa Lucia, abbattuti alberi e pali dell’illuminazione lungo i viali del parco. È stato necessario, per tutta la domenica, inibire ai pellegrini l’ingresso in basilica per motivi di sicurezza e la celebrazione delle Santa Messe è stata assicurata nella cripta.
Ieri, prosegue la nota, “la basilica è stata riaperta, dopo che la vetrata è stata ripristinata con vetri opachi. Una curiosità ha meravigliato i volontari che hanno ripristinato la cappella di Santa Lucia: la vetrata è precipitata sopra un quadro riproducente in foto la prima venuta del Corpo della Santa a Siracusa con il simulacro argenteo, ma il quadro non ha subito alcun danno. Il quadro è stato riposto ai piedi della statua della Santa martire siracusana”.
Rimangono invariati gli appuntamenti promossi dal santuario: domani, mercoledì 27 febbraio, alle ore 20,30, la veglia mariana mensile presso la Casa del Pianto di via degli Orti e giovedì 28 febbraio, alle 17,30, il tradizionale pellegrinaggio da via degli orti alla basilica, seguito, alle ore 18,30, dalla celebrazione eucaristica.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori