Incontro sul Mediterraneo: card. Bassetti (Cei), “sinodalità per affrontare alcune questioni di grande importanza per l’Italia e l’Europa”

In virtù del fatto di essere “tra coloro che hanno fondato la Repubblica italiana”, i cattolici hanno “il compito e il dovere di assumersi delle responsabilità nei confronti del Paese, ma i tempi non ci appartengono. Come dice Francesco oggi è fondamentale avviare dei processi più che occupare spazi. E questo fatto rappresenta, già di per sé, una grandissima novità rispetto al passato”. Così il card. Gualtiero Bassetti, arcivescovo di Perugia-Città della Pieve e presidente della Conferenza episcopale italiana, in un’intervista a “L’Osservatore a Romano”. Il cardinale guarda poi all’Incontro di riflessione e di spiritualità per la pace nel Mediterraneo che si svolgerà a Bari nel febbraio 2020: “Un’assise unica nel suo genere, promossa dalla Chiesa italiana, che permetterà l’incontro tra i vescovi dei Paesi che si affacciano sul Mediterraneo e che, soprattutto, valorizzerà la sinodalità per favorire il discernimento ecclesiale sui problemi e il futuro dell’intera regione. L’incontro di Bari, che trae ispirazione da un’intuizione lapiriana, sarà quindi un’applicazione concreta del metodo sinodale per affrontare alcune questioni di grande importanza per l’Italia e l’Europa come, ad esempio, il dialogo interreligioso, la pace nel bacino mediterraneo e le migrazioni internazionali”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori