Diocesi: Frosinone, un percorso per volontari su Alzheimer, azzardo e dipendenze, hospice e speranza

Inizia domani, 27 febbraio, un percorso di formazione promosso dall’Ufficio per la pastorale della salute della diocesi di Frosinone-Veroli-Ferentino, grazie a una proposta dell’Ufficio nazionale della Cei per la pastorale della salute. “… l’avete fatto a me” è il titolo del corso, che ha come sede la parrocchia del Sacro Cuore di Gesù e prevede la trasmissione in diretta internet nazionale di incontri mensili fino a giugno. Il diacono Silvano Gallon è coordinatore della Pastorale sanitaria della diocesi di Frosinone. “Su spinta del nostro vescovo, mons. Ambrogio Spreafico, ci rivolgiamo ai ministri straordinari dell’Eucarestia e a tutti i volontari che prestano servizio nelle strutture di cura del territorio – spiega al Sir – Il nostro impegno non può limitarsi a portare la comunione: siamo chiamati a farci vicini a chi, a causa della malattia, vive momenti di difficoltà anche spirituale e ai loro parenti, soprattutto nel caso degli hospice. Dobbiamo inoltre essere affianco a chi, per motivi di salute, non può prendere la comunione”. “Dalla pastorale sanitaria alla pastorale della salute” è il tema dell’incontro di domani, a cui seguono approfondimenti, tra l’altro, su hospice e speranza, cura pastorale dei malati di Alzheimer, gioco d’azzardo e nuove dipendenze. “C’è molta attesa da parte dei volontari, con cui ogni volta ci confronteremo in assemblea – aggiunge Gallon –. L’auspicio è avere in futuro appuntamenti periodici e raggiungere con più competenza nuovi luoghi in cui si vive la sofferenza”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori