Migrazioni: Cipmo, il 14 marzo a Roma convegno su accoglienza, inclusione e co-sviluppo

Migrazione, accoglienza, inclusione e co-sviluppo: è questo il tema del convegno, promosso dal Centro italiano per la pace in Medio Oriente (Cipmo) , che si svolgerà a Roma il 14 marzo (ore 15 -18.30, Auletta dei Gruppi parlamentari, Via di Campo Marzio 78) e che avrà al centro della riflessione il ruolo delle diaspore Med-Africane in Italia. Un ruolo ritenuto “essenziale per facilitare l’inclusione dei nuovi arrivati e per contrastare possibili derive jihadiste o terroristiche, non solo per promuovere progetti di co-sviluppo nei Paesi d’origine”. L’evento è organizzato in partnership con Centro studi e rivista Confronti, con la collaborazione del Centro studi e ricerche Idos – Dossier Statistico Immigrazione, del Centro Piemontese di Studi africani (Csa), sostenuta dall’Unità di analisi, programmazione, statistica e documentazione storica del ministero degli Affari esteri e della Cooperazione internazionale. I lavori saranno aperti da Janiki Cingoli, presidente del Cipmo, e da Claudio Paravati, direttore della rivista e Centro studi Confronti, cui seguiranno gli interventi di Lia Quartapelle, membro della Commissione Affari esteri e comunitari della Camera dei Deputati, e di Emanuela C. Del Re, vice ministra degli Affari esteri e della Cooperazione internazionale. Tra gli altri relatori si annoverano Antonio Ricci, vice presidente del Centro studi e ricerche Idos, Marie Thérèse Mukamitsindo, presidente della Cooperativa sociale integrata A.R.L. Karibu di Latina, vincitrice del Moneygram Awards 2018, Ouejdane Mejri, presidente dell’Associazione Pontes–Mediterraneo, docente all’Università di Roma Tre e al Politecnico di Milano, Diye Ndiaye, assessore alla Pubblica Istruzione e Cooperazione internazionale del Comune di Scandicci, presidente dell’Associazione dei Senegalesi di Firenze e Circondario e presidente di Fasi – Federazione delle associazioni senegalesi in Italia, Lorenzo Fioramonti, vice ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Tatiana Esposito, direttrice generale dell’Immigrazione e delle Politiche di integrazione del ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, e Leonardo Carmenati, direttore vicario dell’Agenzia italiana per la cooperazione allo sviluppo (Aics). Le conclusioni saranno affidate a Armando Barucco, capo Unità di analisi, programmazione, statistica e documentazione storica del ministero degli Affari esteri e della Cooperazione internazionale.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori