Chiese Orientali: card. Sandri, da oggi visita in Egitto. Il 2 marzo incontro con Papa Tawadros

Prende il via oggi (fino al 4 marzo) dal Cairo il viaggio in Egitto del card. Leonardo Sandri, prefetto della Congregazione per le Chiese orientali. La visita, riferisce una nota della Congregazione, si svolge con il coordinamento della rappresentanza pontificia al Cairo e prevede una prima parte, durante la quale il cardinale si recherà nelle Eparchie dell’Alto Egitto, mentre nella seconda parte, come inviato speciale del Santo Padre, il prefetto prenderà parte alle celebrazioni per gli 800 anni dell’Incontro di san Francesco col Sultano Al-Kamil Al-Malek. Oggi, 25 febbraio, il card. Sandri è atteso a Minia, dove visiterà la chiesa di New Minia, la scuola del Buon Pastore e la chiesa di Shahine. Domani il programma prevede il trasferimento ad Assiut, una visita alla cattedrale e agli uffici eparchiali, quindi l’incontro col clero e i religiosi a Deir Dronka. Nel pomeriggio la benedizione della prima pietra della chiesa di Medinet Nasser, il trasferimento al Santuario mariano, quindi la partenza per Tahta, nel territorio dell’Eparchia di Sohag, per la Divina Liturgia e la cena con il clero locale. Il 27 febbraio il card. Sandri partirà da Sohag alla volta di Luxor, dove nel pomeriggio presiederà la posa della prima pietra della nuova cattedrale dell’Eparchia. La precedente era stata distrutta da un incendio il 21 aprile 2016. Giovedì 28 dopo la visita alla chiesa di Hagaza, e ai resti della cattedrale bruciata, il ritorno al Cairo. Dal 1 marzo il card. Sandri, come inviato speciale del Santo Padre, prenderà parte alle celebrazioni per gli 800 anni dell’Incontro di san Francesco col Sultano Al-Kamil Al-Malek. Ad esse saranno presenti anche il ministro generale dell’Ordine dei frati minori, padre Michael Perry, il Custode di Terra Santa e Guardiano del Monte Sion, padre Francesco Patton, e il ministro della Provincia della Sacra Famiglia in Egitto, padre Kamal Labib. Primo atto sarà la visita, a Damietta, alla casa delle suore del Cuore Immacolato di Maria, con l’inaugurazione della cappella e la benedizione di due icone (Santa Famiglia e san Francesco che incontra il Sultano). Nel pomeriggio, alla presenza del governatore di Damietta, pellegrinaggio ai luoghi di san Francesco e celebrazione di commemorazione. Sabato 2 marzo, la visita al monastero di San Bishoy e l’incontro con Papa Tawadros, patriarca della Chiesa copto-ortodossa. Domenica 3 marzo il card. Sandri presiederà nella chiesa di san Giuseppe, un solenne pontificale in rito latino nella commemorazione dell’incontro di san Francesco e il Sultano. Lunedì 4 marzo, prima del rientro a Roma, il prefetto incontrerà il patriarca copto-cattolico Ibrahim Sidrak, i vescovi cattolici di tutti i riti in Egitto, e il patriarca emerito card. Antonios Naguib.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori