Papa Francesco: discorso conclusivo incontro abusi, “dare direttive uniformi per la Chiesa, evitando giustizialismo e autodifesa” / 4

“Ascoltare, tutelare, proteggere e curare i minori abusati, sfruttati e dimenticati, ovunque essi siano”. È questo, per il Papa, l’obiettivo della Chiesa nella lotta agli abusi, per raggiungere il quale essa “deve sollevarsi al di sopra di tutte le polemiche ideologiche e le politiche giornalistiche che spesso strumentalizzano, per vari interessi, gli stessi drammi vissuti dai piccoli”. “È giunta l’ora di collaborare insieme per sradicare tale brutalità dal corpo della nostra umanità, adottando tutte le misure necessarie già in vigore a livello internazionale e a livello ecclesiale”, l’appello del Papa nella parte centrale del discorso a conclusione del summit vaticano sugli abusi: “È giunta l’ora di trovare il giusto equilibrio di tutti i valori in gioco e dare direttive uniformi per la Chiesa, evitando i due estremi di un giustizialismo, provocato dal senso di colpa per gli errori passati e dalla pressione del mondo mediatico, e di una autodifesa che non affronta le cause e le conseguenze di questi gravi delitti”. In tale contesto, Francesco ha menzionato le “Best Practices” formulate, sotto la guida dell’Organizzazione mondiale della sanità, da un gruppo di dieci agenzie internazionali che ha sviluppato e approvato un pacchetto di misure chiamato Inspire, cioè sette strategie per porre fine alla violenza contro i bambini. “Avvalendosi di queste linee-guida, la Chiesa, nel suo itinerario legislativo, grazie anche al lavoro svolto negli anni scorsi dalla Pontificia Commissione per la tutela dei minori e al contributo di questo nostro incontro” – ha annunciato il Papa – si concentrerà su sette dimensioni: “La tutela dei bambini; serietà impeccabile; una vera purificazione: la formazione; rafforzare e verificare le linee guida delle Conferenze episcopali; accompagnare le persone abusate; il mondo digitale; il turismo sessuale”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa