Tratta: l’impegno dei salesiani contro il fenomeno e per il recupero delle ragazze in Sierra Leone

Prosegue l’impegno dei salesiani in Sierra Leone per contrastare la tratta e lo sfruttamento sessuale delle ragazze. Lunedì 25 febbraio verrà presentata a Torino, dai salesiani di Valdocco la testimonianza dal Fambul di Freetown di padre Jorge Crisafulli e di Augusta Ngombu Gboli. Un doppio appuntamento con Missioni don Bosco: alle 18 e alle 21 a Valdocco (ingresso da via Maria Ausiliatrice, n. 32). Saranno presenti padre Jorge Crisafulli, salesiano spagnolo, direttore dell’opera Don Bosco Fanbul della capitale Freetown, e Augusta Ngombu Gboli, ventiduenne che ha attraverso il tunnel dello sfruttamento sessuale ma ha trovato la forza per uscirne. Con loro, l’addetto stampa della procura missionaria di Madrid, Alberto Lopez, che ha curato la promozione del film-documentario “Love” del regista Raùl de la Fuente dedicato all’intervento di recupero, che sarà proiettato nel corso dei due incontri. Il loro programma di presenza a Torino prevede anche la partecipazione alla tavola rotonda del convegno “La tratta degli esseri umani: politiche di contrasto del fenomeno e di tutela delle vittime” che si volge alla Biblioteca Nazionale la mattina di lunedì 25, organizzato dall’Osservatorio Interventi Tratta, e il giorno successivo un incontro con gli studenti del liceo Maria Ausiliatrice che ha sede nell’omonima piazza. Poi andranno a Roma per un’udienza con papa Francesco mercoledì 27 mattina.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa