Scuole cattoliche: card. Bassetti, “vivono uno stato di sofferenza nonostante siano parte dell’unico sistema nazionale”

“Non si può tacere sullo stato di sofferenza in cui oggi vivono tante scuole cattoliche paritarie, che pure sono parte dell’unico sistema nazionale di istruzione”. È quanto si legge nel messaggio inviato dal presidente della Cei, il card. Gualtiero Bassetti, al seminario “C’è ancora bisogno della scuola?”, organizzato dal Centro studi per la scuola cattolica, a Roma. “Quando oggi in Italia si parla di scuola cattolica si tende a concentrare l’attenzione sugli aspetti economici, rivendicando o negando (a seconda delle posizioni) l’accesso ai finanziamenti pubblici necessari alla sopravvivenza e al servizio di queste scuole”, aggiunge il porporato. Che segnala come “il problema della scuola cattolica non è solo economico”. Il presidente della Cei evidenzia, inoltre, che “la scuola cattolica è anzitutto espressione dell’impegno educativo di tutta la comunità cristiana”. “Dovrebbe vedere tutti i fedeli, a cominciare dai loro pastori, attenti alla vita di queste scuole e alla qualità del servizio che esse offrono”. “La principale preoccupazione – evidenzia il cardinale – dovrebbe essere quella di non perdere l’identità cattolica, che costituisce il valore fondamentale di questa realtà educativa e una ricchezza per l’intera società civile”. Tutto ciò mentre “la legislazione sulla parità, a prescindere dai suoi limiti e dalla sua incompiutezza, ha indotto spesso le scuole cattoliche ad ‘accontentarsi’ di replicare il modello statale di scuola”, “dimenticando come in passato le scuole cattoliche siano state laboratorio di innovazione pedagogica e didattica cui l’amministrazione statale ha attinto copiosamente per rinnovare il sistema scolastico”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa