Consumi: Coldiretti, “+10% di acquisti del pecorino dopo l’allarme dei pastori”

“Sono aumentati almeno del 10% gli acquisti di pecorino in Italia spinti dal sostegno dei consumatori di fronte all’allarme lanciato dai pastori impegnati in una difficile mobilitazione per il giusto prezzo del latte”. Lo stima la Coldiretti per la seconda decade di febbraio rispetto a quella precedente, sulla base delle indicazioni dei mercati di Campagna Amica. “Sostenere con i propri acquisti la produzione nazionale di pecorino significa – afferma l’associazione – aiutare il proprio territorio e contrastare anche l’abbandono delle aree piu’ difficili dove i pastori svolgono un ruolo insostituibile di presidio”. Guardando agli allevamenti travolti da “una crisi senza precedenti”, la Coldiretti giudica “un primo passo” l’apertura la prossima settimana del tavolo tecnico presieduto dal Prefetto di Sassari sull’indicizzazione per fissare un prezzo equo del latte di pecora, oggi fissato sotto i costi di produzione. “Un impegno – sottolinea la Coldiretti – per salvare le 6,2 milioni di pecore sopravvissute in Italia e dare un futuro a un mestiere antico ricco di tradizione che consente anche la salvaguardia di razze in via di estinzione e vantaggio della biodiversità del territorio”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa