Bologna: Ucoii, solidarietà a mons. Zuppi per le minacce ricevute dopo il sì alla moschea

L’Unione delle Comunità islamiche d’Italia (Ucoii) apprende “con rammarico e preoccupazione” la notizia secondo cui mons. Matteo M. Zuppi avrebbe ricevuto delle minacce dopo aver espresso la sua posizione favorevole alla costruzione della Moschea a Bologna. In una nota diffusa oggi l’Unione scrive: “L’arcivescovo di Bologna, come uomo religioso, continua a dimostrare la sua profonda fede con grande integrità e personalità sui diversi temi di interesse sociale”. L’Ucoii esprime “la sua solidarietà” a mons. Zuppi, e “lo ringrazia sentitamente per la coraggiosa testimonianza della propria fede”.
“Ho ricevuto tante lettere anonime con insulti, anche pesanti, quando dissi che non vedevo nulla di male alla realizzazione di una moschea a Bologna”. A raccontare questa vicenda privata ai microfoni di Plus Radio, emittente online della rete di studentati Camplus, è stato l’arcivescovo di Bologna, Matteo Maria Zuppi, rispondendo a una domanda dei ragazzi dedicata all’odio online e agli haters.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa