Televisione: presentato “La stagione della caccia” in onda su Rai Uno il 25 febbraio. Degli Esposti (Palomar), “Camilleri ci ha dato di nuovo fiducia”

(Foto: Paolo Ciriello)

“Anche questa volta Andrea Camilleri ci ha dato fiducia”. Così ha esordito in conferenza stampa il produttore Carlo Degli Esposti, che con la sua Palomar porta da 20 anni in tv “Il Commissario Montalbano” e dal 2018 anche il ciclo di romanzi storici dello scrittore siciliano “C’era una volta Vigata”. È stato presentato in Rai questa mattina il nuovo film tv “La stagione della caccia”, tratto dal racconto omonimo di Camilleri e diretto da Roan Johnson, con Francesco Scianna. “Il poter maneggiare i romanzi storici di Andrea Camilleri – ha affermato Degli Esposti – è stato per noi un grande onore, perché Andrea li considera i suoi lavori più preziosi. Nei romanzi storici l’autore ha fatto un lavoro di struttura letteraria, una vera e propria sperimentazione narrativa, che abbiamo mantenuto anche per l’adattamento televisivo. Insomma siamo arrivati a raccontare la Vigata contemporanea e la Vigata di ieri”… Un non-luogo ormai conosciutissimo dagli spettatori, quasi fosse reale. Il regista Johnson ha poi aggiunto: “C’è una tale originalità e una profondità nel romanzo ‘La stagione della caccia’, che mi ha subito conquistato. La Sicilia di Camilleri è un’avventura incredibile; c’è una chiave di lettura per capire l’isola, ma anche tutta l’Italia”. “Il bello dei personaggi”, ha proseguito il regista, “è che sono sfaccettati: nessuno è del tutto buono né cattivo. Inoltre, la prospettiva del racconto è così mutevole, che si fatica a individuare un vero protagonista”.

(Sergio Perugini)

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo