Mano bionica: Grillo (ministro Salute), “grande conquista scienza. Obiettivo è poterla dare a tutti i cittadini che ne avranno bisogno”

Una grande conquista della scienza di cui essere orgogliosi. Così il ministro della salute Giulia Grillo definisce la nuova mano bionica presentata oggi a Roma, presso l’Accademia dei lincei. L’innovativa protesi supertecnologica, in grado di restituire tatto e preciso controllo dei movimenti a pazienti amputati, è frutto di una ricerca pubblicata sulla rivista Science Robotics che ha visto coinvolti a diverso titolo scienziati e bioingegneri di Istituto di BioRobotica della Scuola superiore Sant’Anna, Ecole Polytechnique Federale di Losanna, Policlinico universitario Agostino Gemelli Irccs – Università Cattolica, Campus Bio-Medico di Roma e Inail. Presente alla conferenza stampa Clara, giovane amputata palermitana che grazie all’impianto della mano bionica ha recuperato sensibilità e precisione nei movimenti. “La nuova mano bionica – afferma Grillo – è una delle più grandi conquiste della nostra scienza. E non solo perché c’è stata una collaborazione tra università e centri di ricerca, ma anche perché i pazienti sono parte integrante della squadra. Questo conferma il ruolo centrale dell’Italia in campo scientifico”. “Per me e per tutto il governo – assicura il ministro – è prioritario sostenere le eccellenze della ricerca italiana”, ma “la grande ambizione dal punto di vista politico è quella di poter dare a tutti i cittadini che ne avranno bisogno questo tipo di protesi. Ci saranno costi importanti, quindi sarà necessario pianificare per comprendere come poter arrivare al risultato”. A margine della presentazione Grillo annuncia che il nuovo nomenclatore delle protesi e degli ausili sarà varato prima dell’estate.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo