Madrid: riorganizzata la curia dell’arcidiocesi

Il card. Carlos Osoro, arcivescovo di Madrid, ha deciso di dare un nuovo assetto organizzativo alla curia dell’arcidiocesi, al termine del triennio dedicato al Piano diocesano di evengelizzazione (Pde) e in seguito all’ordinazione episcopale dei nuovi vescovi ausiliari. Questi i criteri base della riforma, elencati in una nota dell’arcidiocesi. In primo luogo, essa si pone nella linea del Concilio Vaticano II e delle indicazioni di Papa Francesco. La priorità sarà data all’evangelizzazione e alla promozione della santità. Per questo, sono state create le commissioni per l’Evangelizzazione e per la Pastorale della santità. In secondo luogo, le vicarie territoriali restano immutate, mentre vengono riorganizzate le vicarie per i vari settori, che saranno: la vicaria della Vita consacrata, del Clero, per la Cura della vita, per lo Sviluppo umano integrale e l’innovazione. Gli uffici diocesani passano da 22 a 14. E’ prevista un’unica area per i giovani, accorpando la pastorale giovanile, la pastorale universitaria e la pastorale vocazionale, e un’altra per i Laici, la famiglia e la vita. Saranno, poi, potenziate le aree economica e giuridica, con un nuovo ufficio per la Trasparenza.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo