Dire: i titoli e il tg politico

(DIRE-SIR) – I titoli e il tg politico della Dire. Anche su www.dire.it e www.agensir.it

Conte: nessuna manovra correttiva

Non è necessaria alcuna manovra correttiva. Lo ha assicurato il presidente del Consiglio nel corso del Question time nell’aula del Senato. Il premier ha spiegato che il governo resta fiducioso nelle proprie stime di Pil ed è convinto che nel secondo semestre il paese tornerà a crescere. Conte è tornato anche a parlare dell’autonomia regionale: il Parlamento sarà centrale in questo processo, la solidarietà e la coesione nazionale verranno salvaguardate, ha detto.

Mattarella: i Paesi che si isolano, si annullano

La leggenda di Narciso come “insegnamento anche per i nostri tempi contro le tentazioni di chiusura per individui, gruppi sociali e nazioni”. È il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, a fare riferimento alla mitologia greca per lanciare un monito a rifuggire dalla tendenza all’isolamento. Durante la cerimonia di inaugurazione dell’Anno Accademico 2018/2019 all’Università Luiss, il capo dello Stato invita i giovani a rifiutare improvvisazione e approssimazione, approfondendo lo studio.

Pd alta tensione in vista delle primarie

“Per me è finita, Martina può anche andare a cagare”. Uno sfogo via chat di Matteo Richetti rivela le tensioni che agitano il Pd, a meno di 15 giorni dalle primarie del 3 marzo. Richetti, che di Martina è il compagno di viaggio nel congresso, denuncia la presenza nelle liste di “potentati locali” e opportunisti romani. Poi chiarisce: “Non verrà meno all’impegno preso, ma non si farà vedere laddove sono stati scelti nomi indigesti”. “Lì non metto la mia faccia”, assicura.

Nucleare, la Sogin al governo: subito il deposito

Siamo al limite con i tempi per la realizzazione del deposito di superficie per i rifiuti nucleari. Lo dice Luca Desiata, ad di Sogin, la società di Stato incaricata del decommissioning degli impianti nucleari e della messa in sicurezza dei rifiuti radioattivi. All’orizzonte c’è il 2025, “data importante per il trattamento del combustibile all’estero”. E poi ci sono anche i rifiuti nucleari a bassa radioattività prodotti da ospedali e industrie. Desiata avverte: “Si deve procedere in tempi rapidi alla realizzazione di una infrastruttura”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo