Colombia: cordoglio del vescovo di Granada per l’uccisione di padre Jaramillo

In seguito all’uccisione, avvenuta lunedì nella periferia occidentale di Bogotá (Colombia), del sacerdote Carlos Ernesto Jaramillo Vega, mons. José Figueroa Gómez, vescovo di Granada, diocesi nella quale era incardinato il sacerdote, esprime in una nota profondo cordoglio per quanto accaduto. Nel breve comunicato si fa presente che il sacerdote si trovava da due anni nella capitale, in località Kennedy (che appartiene alla diocesi di Fontibón) per ricevere un adeguato trattamento medico per il controllo del diabete. I fatti, accaduti nella serata di lunedì, sono al vaglio delle autorità. Secondo le informazioni riportate dalla stampa colombiana, sarebbero stati alcuni giovani venezuelani, residenti nello stesso complesso condominiale del sacerdote e da lui aiutati, a commettere l’omicidio. Un minore sospettato dell’omicidio, fermato dalla polizia, ha detto alle autorità che il sacerdote avrebbe cercato di abusare di lui. Si sta indagando anche su questa ipotesi. In ogni caso tutte le testimonianze sono concordi nel definire padre Carlos Ernesto un sacerdote buono e sempre dedito al suo ministero e alle opere di carità.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo