Papa Francesco: udienza, “pregate per me e per il mio ministero, anche per Papa Benedetto”

foto SIR/Marco Calvarese

Una preghiera speciale per il suo ministero. A chiederla, salutando i fedeli di lingua italiana al termine dell’udienza di oggi, è stato il Papa. “Venerdì prossimo celebreremo la festa della Cattedra di San Pietro Apostolo”, ha ricordato Francesco a proposito della festività liturgica del 22 febbraio: “Pregate per me e per il mio ministero, anche per Papa Benedetto, affinché confermi sempre e ovunque i fratelli nella fede”. Tra i presenti oggi in Aula Paolo VI, il Papa ha ricordato i fedeli provenienti da San Giorgio Lucano: “Volentieri benedirò l’effige della Madonna degli Angeli che si venera nel locale santuario”, ha detto Francesco, che ha salutato anche le famiglie del Reparto oncoematologia pediatrica dell’Ospedale di Ancona e gli studenti del master anticorruzione dell’Università di Roma Tor Vergata. Infine, un saluto speciale anche al gruppo del personale della Questura di Campobasso. “A voi di Campobasso – le parole a braccio del Papa – vorrei ricordare una curiosità storica. Io sono del Sud, vicino all’Antartide. Il primo cappellano che è andato in Antartide era un cittadino vostro, uno nato a Campobasso. Complimenti per questo onore!”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori