Exodus: una mostra a Roma sul tema delle migrazioni. Brunelli, “passa l’idea che i migranti siano un po’ meno persone di noi”

Questa mostra parla di “un dramma, di un dolore, perché nessuno lascia la propria terra con un cuore leggero”. Lo ha detto Lucio Brunelli già direttore di Tv2000, intervenendo alla conferenza stampa di presentazione del ciclo pittorico “Exodus”. La mostra dell’artista bosniaco Safet Zec, promossa dalla Fondazione Migrantes, unitamente a Caritas Italiana e Caritas di Roma, è in programma fino al 31 luglio nella chiesa di San Francesco Saverio del Caravita a Roma. “Un ciclo di grandi opere pittoriche – spiegano i promotori – che affronta il tema bruciante ed attuale della migrazione”. Oggi, ha spiegato Brunelli, “non sembrano più tanto evidenti alcune verità. Nel dibattito politico e ancora di più sul web non è più così chiaro che stiamo parlando di persone quando parliamo di migranti. I toni di disprezzo sono all’ordine del giorno e questo è un fatto grave”. “Passa l’idea che i migranti siano un po’ meno persone di noi e quindi meritano meno rispetto, meno attenzione e meno diritti”, ha avvertito Brunelli, ribadendo come sia necessario “tenere a mente l’aspetto umano dei migranti”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori