Educazione alla salute: Ist. italiano bioetica, venerdì incontro a Roma per promuovere una cittadinanza attiva

“Educazione alla salute per una cittadinanza attiva” è il tema dell’incontro che l’Istituto italiano di bioetica, sezione romana, promuove il 22 febbraio presso l’Istituto Sturzo (Sala Rossa, via delle Coppelle 35, Roma, ore 15:30 – 18). In quanti modi può essere declinato il concetto di salute? E perché è importante una educazione alla salute? Queste le domande cui i relatori tenteranno di dare risposta. “Proveremo a vedere la cosa da varie prospettive”, spiegano i promotori, per tentare di capire “che cosa fa ammalare”, ma anche “cosa tiene l’uomo in salute”.
Obiettivi dell’incontro “educare alla salute come ricerca quindi di motivazioni esistenziali e atteggiamenti interiori che aiutino in situazioni di sofferenza” e, “con l’introduzione del concetto di cittadinanza attiva, evidenziare anche gli elementi di stimolo e di attivazione di processi decisionali e di presa di consapevole posizione nei confronti degli enti che presiedono e gestiscono la salute della popolazione”. A portare i saluti dell’Istituto Sturzo sarà Andrea Bixio. Tra i relatori Simona Andrini (Università Roma 3), Tiziana Bartolini (direttore Noi Donne), Francesca Brezzi (Università Roma 3), Agnese Camilli (coord. segr. Cnb), Anna Maria Comito (Consulta Handicap Municipio I Roma centro), Asuntina Morresi (membro Cnb).

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori