Diciotti: Bonino (Radicali Italiani), “Salvini si difenda nel processo e non dal processo”

Il ministro degli Interni, Matteo Salvini, “avrà tutte le garanzie per difendersi nel processo, ma non deve avere il privilegio di difendersi dal processo”. Lo ha sottolineato Emma Bonino, senatrice di +Europa, che oggi è intervenuta a “Siamo noi l’Europa che accoglie”, l’evento che ha concluso la campagna di raccolta firme di Welcoming Europe. Per un’Europa che accoglie, l’Iniziativa dei cittadini europei lanciata da oltre 140 organizzazione della società civile e rivolta alla Commissione Ue per cambiare alcune norme in materia di tutela dei diritti e migrazioni. Rispetto al processo a Salvini per sequestro di persona sul caso Diciotti, Bonino ha ricordato che “il Senato deve decidere se reputa che l’inquisito abbia agito per tutelare un interesse dello Stato costituzionalmente rilevante o per il perseguimento di un preminente interesse pubblico nell’esercizio della funzione di Governo”. Bisogna capire, ha osservato la senatrice, “se 177 migranti su una nave della Marina Militare italiana rappresentano un interesse dello Stato costituzionalmente rilevante”. Per Bonino, sulla questione immigrazione “uno dei grandi problemi è quello della comunicazione e dell’informazione perché sono pochissimi gli organi di stampa, ad eccezione di Avvenire, Radio Radicale e il Manifesto, che costantemente e professionalmente seguono un problema che è stato, è e sarà”. Bisogna continuare ad impegnarsi, ha fatto eco Riccardo Maggi, deputato di +Europa, anche perché “ci sono decine di migliaia di cittadini che pensano che le politiche del Governo sono sbagliate”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori