Giornata per la vita: mons. Parmeggiani (Tivoli), “difendere quella di ognuno, uomo o donna, italiano, straniero, immigrato”

È un invito alla preghiera “per la difesa e la promozione della vita, di ogni vita, di tutta la vita nelle sue fasi” quello contenuto nella lettera inviata da mons. Mauro Parmeggiani, vescovo di Tivoli, alla comunità diocesana in occasione della 41ª Giornata per la vita. “Ci impegniamo a difendere la vita di ogni uomo o donna, italiano, straniero, immigrato che sia e che comunque va accolto, amato, difeso, integrato” aggiunge. L’auspicio è che “in questa occasione risuoni ancora forte, nelle nostre comunità cristiane, quello che fu l’intento dei Vescovi nel 1978 e che è stato ribadito in più occasione anche da Papa Francesco”. A riguardo, riprende il discorso del Papa all’Assemblea generale della Pontificia Accademia per la vita del giugno 2018: “La difesa dell’innocente che non è nato deve essere chiara, ferma e appassionata, perché lì è in gioco la dignità della vita umana, sempre sacra, e lo esige l’amore per ogni persona al di là del suo sviluppo”. “Mentre ringrazio tutti coloro che nella nostra Diocesi, in vari modi difendono e promuovono la vita (penso al Cav, al Consultorio familiare, alla Caritas, a tante associazioni che si prendono cura della vita nascente, nata, disagiata, povera, malata o morente) – prosegue Parmeggiani – esorto le comunità parrocchiali a leggere e far meditare il Messaggio dei Vescovi Italiani e ad accogliere la proposta del Cav di vendere le primule per mantenere progetti per aiutare mamme in difficoltà a non abortire ma ad accogliere e proteggere la vita”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori