Diocesi: Matera, la comunità locale ricorda mons. Antonio Ciliberti con un convegno e un libro sulla sua figura

“Antonio Ciliberti. Il vescovo della corresponsabilità” è il tema di un convegno in programma sabato 2 febbraio alle 17,30 nella chiesa di San Francesco d’Assisi a Matera. L’iniziativa, promossa dall’arcidiocesi di Matera-Irsina, ricorda la figura di mons. Ciliberti, vescovo della diocesi lucana dal 1993 al 2003, morto nel 2017. “Aveva della Chiesa una visione aperta e dialogante e puntava molto sugli organismi di partecipazione a livello diocesano, zonale e parrocchiale”: lo ricorda così al Sir mons. Filippo Lombardi, vicario episcopale per la pastorale. “Appassionato di calcio – racconta mons. Lombardi – , poteva fare benissimo il ct della nazionale. Ancora di più conoscitore dell’animo umano, aveva un profondo senso dell’amicizia, che coltivava con fedeltà assoluta. Vicino ai sacerdoti, di ognuno cercava di valorizzare le qualità”. Il convegno di sabato, che prevede l’intervento tra gli altri dell’arcivescovo di Matera, mons. Giuseppe Caiazzo, srà anche l’occasione per presentare il libro “Antonio Ciliberti. Il vescovo della corresponsabilità” (ed. Editoriale Progetto 2000, 2018), curato da don Gaetano Federico e che raccoglie testimonianze di vescovi, sacerdoti e laici sulla sua figura di uomo e di sacerdote. “La parola ‘corresponsabilità’ risuonava spesso sulla sua bocca ed era sua profonda convinzione che ‘se uno non faceva bene il proprio compito’ nessun altro avrebbe potuto farlo al suo posto, ognuno insostituibile come la tessera di un mosaico” conclude mons. Lombardi.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori