Notizie Sir del giorno: religiosi su abusi, caso Diciotti, antisemitismo in Francia, elezioni europee, crisi Venezuela, diocesi Tivoli e Palestrina, sanità cattolica

Incontro abusi in Vaticano: Uisg e Usg, “Congregazioni lavorino insieme per accompagnare nel modo più efficace possibile i sopravvissuti”

“Abbiamo bisogno di una cultura diversa nella Chiesa e nella nostra società più ampia. Abbiamo bisogno di una cultura in cui i bambini siano apprezzati e dove sia promossa la loro tutela”. Lo scrivono in una Dichiarazione precedente all’incontro sulla protezione dei minori a Roma l’Unione internazionale superiore generali (Uisg) e l’Unione superiori generali (Usg). “Tramite le scuole e gli ospedali che molti di noi gestiscono possiamo fare la differenza”, proseguono: “Integreremo la protezione dei minori e degli adulti vulnerabili nei nostri programmi di formazione, assicurando che, in ogni fase, siano impartite educazione e istruzione adeguate sia ai formatori che ai formandi; chiederemo ai nostri Centri di spiritualità di sviluppare programmi speciali per accompagnare ogni persona, vittima di abuso, che desideri trovare aiuto nella difficoltà con la fede e col senso della vita”. La Uisg e la Usg “si adopereranno per assicurare che le Congregazioni lavorino insieme per accompagnare nel modo più efficace possibile i sopravvissuti nel loro cammino di guarigione”. (clicca qui)

Caso Diciotti: Giunta Senato, no all’autorizzazione a procedere nei confronti di Salvini

La Giunta delle elezioni e delle immunità parlamentari del Senato si è espressa a maggioranza contro l’autorizzazione a procedere nei confronti del ministro dell’Interno, Matteo Salvini, per il caso degli immigrati bloccati a bordo della nave Diciotti. I voti contrari all’autorizzazione sono stati 16 (M5S, Lega, Forza Italia, Fratelli d’Italia e Autonomie), quelli favorevoli 6 (Pd, Leu e l’ex-cinquestelle De Falco ora nel Gruppo Misto). La richiesta era pervenuta a Palazzo Madama il 23 gennaio scorso su iniziativa del Collegio per i reati ministeriali presso il Tribunale di Catania, in relazione ai fatti dell’agosto 2018. Il reato contestato è quello relativo ai commi primo, secondo e terzo dell’articolo 605 del codice penale (sequestro di persona aggravato). Sarà l’assemblea del Senato, entro sessanta giorni dall’arrivo della richiesta del “tribunale dei ministri” di Catania, a esprimersi in modo definitivo con un voto a maggioranza assoluta dei suoi componenti. (clicca qui)

Francia: i vescovi saranno presenti alla manifestazione contro l’antisemitismo e il razzismo stasera a Parigi

Saranno presenti anche il vescovo ausiliare di Parigi, mons. Thibault Verny, e mons. Olivier Ribadeau Dumas, segretario generale della conferenza episcopale francese (Cef), alla manifestazione prevista questa sera a Parigi (come in altre città francesi) “contro gli atti antisemiti, la loro strumentalizzazione e contro il razzismo in ogni sua forma”. In una nota diffusa sul sito Cef, si legge che “la Conferenza dei vescovi di Francia si unisce allo slancio nazionale contro l’antisemitismo” ed esprime “il suo pieno sostegno alla comunità ebraica in Francia”. La conferenza dei vescovi, allo stesso tempo, è “preoccupata per i numerosi atti di vandalismo e profanazione che sono stati registrati verso le chiese in Francia” nelle scorse settimane, e “condanna qualsiasi attacco e qualsiasi violenza contro luoghi di culto o credenti a motivo della loro appartenenza religiosa”. (clicca qui)

Parlamento Ue: Tajani, “partecipazione elettori linfa vitale della democrazia”. Pericolo fake news

(Bruxelles) “La partecipazione degli elettori è la linfa vitale della democrazia. I cittadini devono disporre di informazioni complete e accurate per partecipare efficacemente al dibattito politico. Il Parlamento europeo riconosce il ruolo cruciale delle emittenti nel plasmare l’opinione pubblica e nella lotta contro la disinformazione. Dobbiamo creare parità di condizioni tra i media audiovisivi e i giganti della rete”. Lo ha dichiarato il presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani, a margine di tavola rotonda che si è tenuta oggi al Parlamento europeo a Bruxelles sulle sfide della rivoluzione e dell’informazione digitale, anche in vista delle prossime elezioni europee. L’evento si è incentrato sul nuovo quadro normativo dell’Ue sul copyright e sulla necessità di sostenere la competitività dell’industria audiovisiva europea nei confronti di giganti di piattaforme globali e piattaforme digitali. La seconda parte trattava della necessità di garantire che i cittadini fossero informati in modo completo e corretto nel periodo precedente la votazione di maggio. (clicca qui)

Venezuela: mons. Moronta a Maduro, “ascolti il popolo che chiede un cambio ed eviti spargimento di sangue”

Prende ispirazione da un poema di Simón Bolívar, mons. Mario Moronta, vescovo di San Cristóbal e vicepresidente della Conferenza episcopale venezuelana, di ritorno da un corso di esercizi in Ecuador, per scrivere “con il cuore in mano” al presidente del Venezuela Nicolás Maduro. Una lettera aperta quella di mons. Moronta, che anni orsono godeva della stima di Hugo Chávez, nella quale chiede al presidente ragione delle sue azioni e delle sue parole, del blocco degli aiuti umanitari; chiede di evitare spargimenti di sangue e di ascoltare il grido del popolo; “racconta” le sofferenze della gente, che sta patendo oggi “la più grave crisi politica, economica, sociale e morale che abbia mai colpito il Paese. Negarlo è come voler oscurare il sole con un dito”. Mons. Moronta evidenzia la fame, la denutrizione, la mancanza di medicinali: “È facile negarlo e contrattaccare con insulti, disprezzo e minacce. Lei afferma in ogni occasione che la causa è la ‘guerra economica’. È vero, esiste una ‘guerra economica’, però non è quella contro il Governo o le istituzioni dello Stato, ma è quella contro il popolo”. Prosegue il vescovo: “Devo dirle la verità, come suggerì Bolívar”, la gente del popolo “è stanca, perché continua a essere disprezzata”. (clicca qui)

Diocesi: mons. Parmeggiani (Tivoli e Palestrina), “ascoltare sempre più le esigenze di quanti vivono nei nostri territori”

“Cercherò di fare il possibile per favorire un cammino insieme, lento, progressivo, fatto di piccoli passi ma dove il fine sia quello di ascoltare sempre più le esigenze di quanti vivono nei nostri territori – tanto simili tra quelli della diocesi di Tivoli che conosco da dieci anni e quelli di Palestrina che conosco da un anno e mezzo -, di stare vicino alla nostra gente e di aiutarci vicendevolmente mettendo insieme i doni di ciascuno in un cammino sinodale per seguire con maggiore slancio il Signore Gesù ed operare una autentica opera evangelizzatrice nelle nostre terre”. Lo ha detto mons. Mauro Parmeggiani, vescovo di Tivoli e Palestrina, annunciando l’unione in persona episcopi delle diocesi di Tivoli e di Palestrina stabilita da Papa Francesco. “Occorrerà scegliere ciò che è prioritario e scartare ciò che è secondario o meno rilevante, farsi aiutare dalle forze migliori da mettere in campo” per annunciare il Vangelo, ha concluso mons. Parmeggiani: “Cercherò di impegnarmi come ho tentato di fare in questo anno e mezzo dove – come qualcuno di voi qualche mese fa mi faceva notare – mi sono affezionato a voi”. (clicca qui)

Ospedali: nasce il “Consorzio acquisti beni e servizi sanitari” delle strutture di ispirazione cattolica

Una sanità innovativa ed efficiente passa attraverso un progetto strategico di razionalizzazione dei costi e innalzamento della qualità delle prestazioni. A puntarci con decisione sono Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli Irccs, Gmc Università Cattolica Sb (Hospice Villa Speranza), Fondazione Giovanni Paolo II, Fondazione Luigi Maria Monti (Idi) e Opera S. Maria della Pace che, si legge in una nota diffusa oggi, hanno dato vita al “Consorzio acquisti beni e servizi sanitari (Cabss)”.
Un nuovo soggetto che si potrà occupare, per conto dei consorziati, dell’organizzazione e la gestione di acquisti di beni e servizi. “La presenza di un interlocutore unico – si legge nella nota –, in rappresentanza di strutture ospedaliere così importanti di ispirazione cattolica, permetterà di ottenere sconti e premi sulle quantità trattate grazie a una attività di contrattazione collettiva con i fornitori scelti. Tra le finalità operative del nuovo consorzio vi è anche l’indicazione delle migliori opportunità di acquisto anche per la scelta della qualità dei prodotti impiegati”. (clicca qui)

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo