Marzo benedettino: p. Ogliari (abbazia Montecassino), “rendere sempre unito il continente”

Una serie di appuntamenti liturgici sono in programma per il Marzo benedettino. A ricordarne alcuni è stato padre Donato Ogliari, abate della abbazia di Montecassino, durante la conferenza stampa di oggi a Roma. “San Benedetto – ha osservato – con la sua ispirazione ha intriso la nostra Europa. I suoi monaci hanno contribuito a quella civiltà di cui oggi godiamo”. L’abate ha ricordato che la fiaccola verrà portata nel monastero benedettino di Tyniec, in Polonia, il 3 marzo, e poi condivisa con altri quattro monasteri benedettini polacchi durante i vespri. “Speriamo che il messaggio di pace possa ridestare il desiderio di rendere sempre unito il continente. La pace non la costruiamo con i documenti ma nel nostro cuore con i gesti per trasmetterla attorno a noi. Il messaggio si fa più necessario in un frangente politico non facile per la nostra Europa”. “Oggi – ha concluso – c’è bisogno di mandare dei messaggi forti per la costruzione della civiltà dell’amore a cui ogni cristiano deve ispirarsi”. ​

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo