Abusi: don Patriciello, “ho paura di una restaurazione dopo il pontificato di Francesco”

La vicenda di Theodore McCarrick, ex cardinale e arcivescovo di Washington, ridotto da Papa Francesco allo stato laicale per abusi sessuali, “ha gettato “fango immenso che ci porteremo addosso per molto tempo”. Ne è convinto don Maurizio Patriciello, parroco di Caivano nella Terra dei Fuochi che oggi è intervenuto al convegno “Un secolo di (in)formazione”, organizzato dalla Federazione tra le Associazioni del Clero in Italia (Faci) a Vicenza (nell’ambito di Koinè, il salone internazionale dedicato al settore religioso) per celebrare i 100 anni della rivista “L’Amico del Clero”. “Ma nessuno se ne era accorto prima che l’ex cardinale gettasse fango su tutti noi? Come ha fatto ad arrivare così in alto?”, si è chiesto il sacerdote per il quale sul tema degli abusi è necessario “guardare al passato, fare ammenda per quello che c’è stato e chiedere perdono, ma anche fare attenzione al presente e al futuro”. “Ho paura che ci possa essere una restaurazione dopo il pontificato di papa Francesco”, ha confidato don Patriciello.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo