Papa Francesco: a Istituto Augustinianum, “comunicare valori intellettuali, spirituali e morali” per “partecipare alla vita della Chiesa”

(Foto Vatican Media/SIR)

“Essere fedeli alle vostre radici e al vostro compito; perseverare nell’impegno di comunicare i valori intellettuali, spirituali e morali che possono preparare i vostri studenti a partecipare con saggezza e responsabilità alla vita della Chiesa e ai dibattiti sulle sfide cruciali del nostro tempo”. Così Papa Francesco ai docenti e agli studenti dell’Istituto Patristico “Augustinianum”, ricevuti stamani in udienza nel 50° anniversario di fondazione dell’Istituto. Un servizio, quello indicato dal Pontefice, che “è strettamente collegato all’evangelizzazione e contribuisce a promuovere la crescita della famiglia umana verso la sua definitiva pienezza in Dio”. Ricordando che “l’Augustinianum è stato fondato per contribuire a preservare e trasmettere la ricchezza della tradizione cattolica, soprattutto la tradizione dei Padri”, il pontefice ha affermato che “questo apporto è essenziale per la Chiesa”. “Lo è sempre, ma specialmente nella nostra epoca”, ha aggiunto citando san Paolo VI nel discorso di inaugurazione dell’Istituto. Nelle parole del Papa un ringraziamento ai docenti oggi anziani, tra cui il card. Prospero Grech. “I saggi, quando arrivano a quell’età, diventano di una semplicità grandiosa”. Poi, citando sant’Agostino, Francesco ha detto che “egli ha conosciuto ed espresso in sommo grado l’inquietudine del cuore umano finché non trova riposo in Dio, che, in Gesù Cristo, ci rivela la più profonda verità sulla nostra vita e sul nostro destino finale”.

 

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo