Salute: laurea honoris causa in Medicina e Chirurgia a mons. Savino (Cassano all’Jonio), “umanizzazione è obiettivo di qualsiasi sistema sanitario”

“Non si può non considerare l’umanizzazione come uno degli obiettivi fondamentali di qualsiasi sistema sanitario che faccia del diritto alle cure e alla salute una conquista di civiltà”. È un passaggio della lectio magistralis tenuta oggi pomeriggio da mons. Francesco Savino, vescovo di Cassano all’Jonio, presso il Policlinico di Bari in occasione della Laurea Magistrale Honoris Causa in Medicina e Chirurgia conferitagli dall’Università di Bari per la creazione e il suo servizio al Centro di assistenza ai malati terminali di Bitonto (Ba). Per mons. Savino, “un’etica della cura che metta al centro il ‘rapporto umano’ tra medico e paziente è inscritta per noi cristiani nella stessa esperienza evangelica”. Quindi il vescovo si è soffermato sulla differenza tra cura e guarigione: “La cura indica il processo attraverso cui mi faccio carico di una parte della sofferenza dell’altro per alleviarla. La guarigione, è invece il ristabilimento di una situazione di sanità che viene ad essere turbata dalla malattia. Gesù ci chiede primariamente di curare i malati non di guarirli; non sempre infatti la guarigione appare come conseguenza della cura. Ci chiede di farlo con un’attenzione particolare anche alla dimensione spirituale dell’essere umano; tale attenzione – ha aggiunto – porta molte volte a stravolgere la nostra pianificazione del processo di cura, considerando di primaria importanza la relazione spirituale con il paziente e i suoi familiari prima ancora di qualsiasi terapia medica o diagnosi strumentale”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo