Adozione internazionale: Torino, un percorso proposto da Amici di Don Bosco tra storie e degustazioni di vini

Associare storie di vini a storie di adozione, rintracciando nel carattere o nella personalità del vino quei tratti che accomunano molti vissuti di figli e genitori adottivi. È l’idea dell’associazione Amici di Don Bosco Onlus, ente accreditato per l’adozione internazionale, con sedi a Torino e Lecce. La rassegna “In vino veritas. Storie di vite” consiste in un calendario di 5 incontri, che si terranno nel corso del 2019 al Valdocco di Torino (via S. Maria Ausiliatrice 32), curato dall’associazione in collaborazione con alcune cantine piemontesi e con Jyothi Aimino, figlia adottiva di origini indiane che si è laureata in Scienze Gastronomiche all’Università del Gusto di Pollenzo. L’idea è quella di confrontare le peculiarità e alle sfumature che ritroviamo nei calici e con quelle che si vivono all’interno delle famiglie adottive, proseguendo nel percorso di approfondimento dell’identità adottiva avviato circa due anni fa con il video documentario “Trame”.

Si inizia domani alle 17, con un appuntamento dedicato alle bollicine: con l’accompagnamento del vino spumante Brut della Cantina Demarie di Vezza d’Alba, Antonella Castagno, insegnante e formatrice esperta di processi relazionali, rifletterà sulla gestione della rabbia e dei comportamenti oppositivi nelle dinamiche genitori-figli. Roopa Bea, figlia adottiva di origini indiane, racconterà la sua esperienza. Negli altri appuntamenti si parlerà di “vini eroici” e “storie di resilienza” (23 marzo), di vini dolci e “storie a lieto fine” (11 maggio), di “radici mobili” e dell’importanza di scegliere il terreno più adatto per un vitigno nato altrove (19 ottobre), di “aceti preziosi” e sconfitte che fanno apprendere (9 novembre). Il percorso comprensivo delle 5 degustazioni costa 50 euro a persona. La partecipazione a un singolo incontro ha un costo di 15 euro. Un percorso, quello dell’associazione, che si affianca a quello “ordinario” delle adozioni internazionali, che ha visto Amidi di Don Bosco, nel 2018, andare in controtendenza, con un aumento delle adozioni (da 22 a 27 minori), rispetto all’arretramento che si registra a livello nazionale.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo