Nicaragua: sacerdote dell’arcidiocesi di Managua fermato e aggredito dalla Polizia

Un altro attacco alla Chiesa del Nicaragua da parte del regime del presidente Daniel Ortega si è verificato nella serata di ieri (ora locale). L’arcidiocesi di Managua, in un comunicato, denuncia che padre Edwin Román Calderón, sacerdote dell’arcidiocesi che presta il suo servizio a Masaya ed è noto per le sue coraggiose prese di posizione riguardo alla repressione governativa, è stato fermato, mentre era alla guida della sua automobile, dalla Polizia nazionale. Ne è nata una discussione, durante la quale, riferisce la nota, padre Edwin ha subito
un’aggressione fisica. Subito dopo è stato lasciato libero di proseguire nel suo viaggio verso Masaya.
“Questa situazione – si legge nel comunicato – mette in evidenza la mancanza di un ambiente di pace e si somma a altri atti che non contribuiscono a un cammino di giustizia sociale. Di fronte a questa e ad altre situazioni di intolleranza è urgente riprendere il rispetto per i diritti della persona umana nel nostro paese”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia